Studio Medico Thuya Dott. Andrea Benedetto

4. BIOIMPEDENZIOMETRIA

BIOIMPEDENZIOMETRIA

per la valutazione della Composizione Corporea e dello Stato Nutrizionale


file:///C:/DOCUME~1/Utente/IMPOST~1/Temp/msohtml1/01/clip_image002.jpg" alt="" width="136" height="128" />

una metodica non invasiva che consente di analizzare la composizione corporea in pochi secondi.

La misurazione della impedenza http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=bilancia+massa+corporea&af=2966&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fwww%2Etorrinomedica%2Eit%2Fstudio%2FBia%2Ehtm&re=&ts=1295693590515&hs=a17ddb745da6811439ecb34a5943d55b" target="_blank">corporea (Body Impedence Assessment o B.I.A.), è una delle tecniche attualmente più usate ed affidabili per la determinazione della composizione http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=bilancia+massa+corporea&af=2966&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fwww%2Etorrinomedica%2Eit%2Fstudio%2FBia%2Ehtm&re=&ts=1295693590515&hs=a17ddb745da6811439ecb34a5943d55b" target="_blank">corporea.

 


L’Impedenziometro invia una corrente leggerissima, attraverso degli elettrodi posti su mani e piedi; la corrente che attraversa il soggetto, incontra una resistenza e una reattanza che sommate danno appunto la cosiddetta impedenza.

L’impedenziometria utilizzata è di tipo tri-compartimentale, ossia, in grado di valutare la massa ellulare, i liquidi  cellulari ed i liquidi extracellulari. In base a ciò si hanno dei dati riguardanti la massa magra (FFM) e l’acqua totale (TBW). Poi, successivamente, da calcoli statistici si ottengono molti altri valori importanti per la composizione corporea.

BIA nel  SOVRAPPESO / OBESITA’

Nel corso di qualunque terapia dietetica, è fondamentale per il medico tenere sotto controllo la composizione corporea del paziente. Ogni dieta, infatti, comporta un deficit calorico ed una alterazione del metabolismo a cui l'organismo fa fronte utilizzando (e quindi "bruciando") il tessuto adiposo. Tuttavia può capitare che in alcune condizioni, venga catabolizzata anche la massa muscolare (massa magra), ed il medico deve essere pronto ad arrestare tale processo, modificando la dieta assegnata. 

Vi sono inoltre diverse condizioni in cui il ricambio idrico risulta alterato  (la gravidanza, la ritenzione idrica, la disidratazione, la insufficienza renale, l'uso di diuretici nella terapia dell'ipertensione arteriosa, le disfunzioni surrenaliche, gli iperaldosteronismi e gli ipoaldosteronismi, le condizioni di denutrizione ecc. ecc.). In tali situazioni, la perdita di peso o la mancata perdita di peso, non riflettono necessariamente le variazioni di massa grassa: è possibile infatti che un paziente che non ha perso peso, abbia in realtà perso 1 o 2 Kg di massa grassa, ed abbia aumentato di 1 o 2 Kg. l'acqua corporea. O viceversa, una perdita di 5 Kg di peso, si può rivelare come perdita esclusiva di liquidi, e non di massa grassa (un falso dimagrimento).

BIA  nello  SPORT

L'analisi della composizione corporea degli atleti viene impiegata per valutare le variazioni dei compartimenti in funzione del training sportivo.

È stato ampiamente dimostrato che l'eccedenza di massa grassa è strettamente correlata alla minor potenza della massa corporea, alla ridotta capacità di accelerazione e al maggior dispendio energetico sotto sforzo; all'opposto, valori troppo bassi di massa grassa possono implicare una ridotta capacità di performance.

In ciascun sport, quindi, la ricerca della composizione ottimale dell'atleta diventa l'obiettivo principale, unitamente al mantenimento dello stato di salute.

 



 RICHIEDI INFORMAZIONI